21 Dicembre 2020
decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172 – agriturismi

Si comunica che il decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172, recante “Ulteriori disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19”, all’art. 2 prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto, nel limite massimo di 455 milioni di euro per l’anno 2020 e di 190 milioni di euro per l’anno 2021, al fine di sostenere gli operatori dei settori economici interessati dalle misure restrittive introdotte dal medesimo decreto-legge per il periodo dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021.
Beneficiari del contributo in parola sono i soggetti con partita IVA attiva alla data del 19 dicembre, purché la stessa sia stata aperta in data anteriore al 1° dicembre 2020, e che svolgono in misura prevalente le attività di cui ai codici ATECO riportati nell’allegato 1 del decreto-legge. Il predetto contributo spetta alle imprese agricole che svolgono l’attività di ristorazione connessa all’azienda agricola (56.10.12).
Condizioni di accesso alla misura sono l’avere beneficiato del contributo a fondo perduto di cui all’art. 25 del decreto-legge n. 34/2020 (cd. decreto Rilancio) e non avere restituito il predetto ristoro.
L’ammontare del contributo sarà pari a quello già erogato ai sensi del citato art. 25, non potrà essere in ogni caso superiore a euro 150.000,00 e verrà corrisposto dall’Agenzia delle entrate mediante accreditamento diretto sul conto corrente bancario o postale sul quale è stato erogato il precedente contributo.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi